Avengers Endgame – Un banchetto troppo abbondante

Avengers Endgame: voto 7

Sì sì, lo so che è da un anno che millanto una mia recensione su Avengers Infinity War e questa non arriva e nel frattempo siamo giunti alla seconda parte, Avengers Endgame. Per rimediare al torto ve la fornisco al volo in versione comparativa: Infinity Wars è molto bello, Endgame è bello.
Fine. Continua a leggere “Avengers Endgame – Un banchetto troppo abbondante”

Captain Marvel, direttamente nell’Olimpo dell’MCU – Recensione Ignorante

Captain Marvel: voto 8

Sapete? È proprio un peccato che non possa inserire un sottofondo musicale alla recensione che state leggendo, perché altrimenti ora il riffone iniziale di Celebrity Skin delle Hole sarebbe sparato a tutto volume dalle vostre casse. Ce lo metterei perché è esattamente così che ci si sente ad aver visto Captain Marvel, l’ultimo film targato Marvel, che vede Brie Larson nei panni dell’eroina che dà il titolo alla pellicola. Continua a leggere “Captain Marvel, direttamente nell’Olimpo dell’MCU – Recensione Ignorante”

Black Panther ovvero il remake (brutto) di Rocky III

Black Panther: 6 meno
Rocky III: si dà forse un valore alla Gioconda?

Sono passati oramai circa 6 mesi dall’uscita nelle sale di Black Panther, il primo film Marvel con un protagonista di colore (coff, coff…Blade…coff, coff!) e circa 36 anni dall’uscita di Rocky III, mi sento quindi abbastanza a mio agio nel proporvi la recensione totalmente spoiler dei due film.
Se non li avete ancora visti (soprattutto il secondo) siete delle brutte persone, ma siete ancora in tempo per smettere di leggere e correre a riparare alla grave mancanza. Continua a leggere “Black Panther ovvero il remake (brutto) di Rocky III”

La Justice League e la sufficienza inaspettata

Justice League: voto 6,5 (incredibilmente)

Ho dimenticato gli occhiali in macchina e non ho la minima intenzione di scendere a prenderli, ragion per cui ci manteniamo belli corti per parlare di Justice Leagueche (wait for it) non ha fatto schifo.

Ebbene sì, la DC (da non confondere con la balena bianca, lo dico per voi fan di Andreotti ed elettori del PD che seguite il blog) ha inanellato due film sopra la sufficienza dopo anni di aborti che hanno prodotto in chi scrive un grave caso di PTSD. Continua a leggere “La Justice League e la sufficienza inaspettata”

Thor Ragnarok, il Dio del trash

Thor Ragnarok: voto 5

Oramai mi sono infognato da solo in questa storia delle recensioni di film Marvel quindi mi tocca anche Thor Ragnarok, che, pur essendo una cagata pazzesca, è il più bello dei vari Thor, impresa che di per sé vale come essere più alti di Magalli.

Già dal titolo una domanda campeggia nelle menti dei meno iniziati (cioè le fidanzate dei nerd obbligate dai nerd stessi ad andare al cinema con loro): cosa cazzo significa Ragnarok?
Apparentemente il Ragnarok è la distruzione di Asgard. Cosa è Asgard? Il posto da cui viene Thor, Odino, Loki e compagnia cantante. Ricorda un po’ la scenografia dell’Ariston a Sanremo. Dicono sia bello ma per lo più è fatto di palazzi dorati dalla forma fallica e corridoi arcobaleno che portano al bifrost. Cosa sia quest’ultimo lo ignoro, credo una specie di teletrasporto che si aziona con una spada. Molto pratico. Continua a leggere “Thor Ragnarok, il Dio del trash”

Wonder Woman: la redenzione DC

Wonder Woman: voto 7 Oggi facciamo presto: l’ultimo film della DC, Wonder Woman, è bello. Aggiungerei “incredibilmente” visto che erano riusciti a fare scempio di una storia che si scriveva da sola come Batman v. Superman. Per carità non si grida al capolavoro (come molti esperti anglosassoni stanno invece facendo) ma il film è bello, recitato e diretto bene, senza i toni da processione ecclesiastica dei precedenti e, deo gratias, ha … Continua a leggere Wonder Woman: la redenzione DC

Surviving the suicide

Suicide Squad: voto 6

Molte volte i giornalisti riescono ad immaginare l’articolo anche prima di scriverlo. Anticipano, con grande precisione, gli eventi ed il risultato di una partita, la scaletta di un concerto rock o quello che il grande attore famoso dirà loro durante un’intervista.

Dopo la terribile debacle di “Batman v. Superman” ho subito immaginato come avrei iniziato la recensione di “Suicide Squad”; avrei scritto di un flashback in cui giuravo che mai e poi mai mi sarei fatto fregare di nuovo dalla DC…per poi farlo e lamentarmi di Jared Leto, Will Smith e co.
Invece Suicide Squad mi ha fatto vedere il bicchiere mezzo pieno di questo benedetto DCEU (che tristezza la E di Expanded!). Continua a leggere “Surviving the suicide”