C’era una volta a Hollywood – Recensione Ignorante

C’era una volta a… Hollywood
VOTO: 7,5

Volete il film di Tarantino meno tarantiniano della storia?
Volete un film in costume che non sembra affatto in costume?
Volete godere delle pellanciche sul collo di Brad Pitt?

Se avete risposto sì a tutte e tre le domande sappiate che avete seri problemi, ma, guardando al lato positivo della cosa, posso anche consigliarvi un film che farà al caso vostro: C’era una volta a… Hollywood. Continua a leggere “C’era una volta a Hollywood – Recensione Ignorante”

Avengers Endgame – Un banchetto troppo abbondante

Avengers Endgame: voto 7

Sì sì, lo so che è da un anno che millanto una mia recensione su Avengers Infinity War e questa non arriva e nel frattempo siamo giunti alla seconda parte, Avengers Endgame. Per rimediare al torto ve la fornisco al volo in versione comparativa: Infinity Wars è molto bello, Endgame è bello.
Fine. Continua a leggere “Avengers Endgame – Un banchetto troppo abbondante”

Captain Marvel, direttamente nell’Olimpo dell’MCU – Recensione Ignorante

Captain Marvel: voto 8

Sapete? È proprio un peccato che non possa inserire un sottofondo musicale alla recensione che state leggendo, perché altrimenti ora il riffone iniziale di Celebrity Skin delle Hole sarebbe sparato a tutto volume dalle vostre casse. Ce lo metterei perché è esattamente così che ci si sente ad aver visto Captain Marvel, l’ultimo film targato Marvel, che vede Brie Larson nei panni dell’eroina che dà il titolo alla pellicola. Continua a leggere “Captain Marvel, direttamente nell’Olimpo dell’MCU – Recensione Ignorante”

Sanremo 2019 – Un Mammuth alla vittoria

L’imponderabile è accaduto, un Mammuth solo alla vittoria. Le motivazioni per cui, a livello di musica e di testo, questo brano fosse infinitamente inferiore a praticamente tutti gli altri portati in gara (ad eccezion fatta solo di Rolls Royce di Achille Lauro) andrebbero spiegate con calma in decine di altri post, ma non è questo il momento di parlarne (anche perché è risaputo che a Sanremo la qualità non è uno dei fattori determinanti). Continua a leggere “Sanremo 2019 – Un Mammuth alla vittoria”

Sanremo 2019 – Alla prima non è una signora

Finalmente il momento più atteso dell’anno è arrivato: la prima di Sanremo. Un anno intero di attesa e bile accumulata può finalmente sfociare in allegria su alcuni dei cantanti meno conosciuti e capaci della storia del nostro Paese. Un vero paradiso. Siccome i Big in gara sono 24 (precisamente 22 Big e 2 vincitori di Sanremo Giovani) bisogna subito darsi da fare passando velocemente in rassegna il non-cantato: Continua a leggere “Sanremo 2019 – Alla prima non è una signora”

Nada dal vivo: la recensione che non ti aspetti

Nada live @ Teatro Valle, Chiaravalle (AN): voto 7,5 Ecco una cosa che non mi sarei mai e poi mai immaginato di scrivere: la recensione di un concerto di Nada. Sì per carità, forse ho ballato e suonato “Amore disperato” più di quanto avrei dovuto e senza dubbio so canticchiare il ritornello di “Ma che freddo fa?”, però, oggettivamente, devo ammettere che qui finiva (almeno … Continua a leggere Nada dal vivo: la recensione che non ti aspetti

Cuccarini-Ingrassia in “Non mi hai più detto ti amo”

Non mi hai più detto ti amo: voto 7,5

Come dico sempre questo blog funziona meglio quando si recensiscono robe brutte. Purtroppo per me (e per voi che leggete) oggi si parla di roba bella, nello specifico dello splendido spettacolo “Non mi hai più detto ti amo”, visto al Teatro delle Muse di Ancona (a proposito, date un occhio alla loro programmazione, grazie) durante una delle 4 serate di replica. Incrociate le dita e speriamo che il potere delle Recensioni Ignoranti sia con noi. Continua a leggere “Cuccarini-Ingrassia in “Non mi hai più detto ti amo””

A Star Is Born – A tre passi dalla perfezione

A Star Is Born – A tre passi dalla perfezione

Voto: 9

A Star Is Born è l’ultimo film di Bradley Cooper (che qui firma anche la regia, la sceneggiatura e la co-produzione), il primo di Lady Gaga ed anche la terza iterazione di un grande classico hollywoodiano.

I livelli di lettura forniti dalla pellicola sono molteplici: c’è il plot principale (o se volete, la premessa di tutto il film) in cui la rockstar affermata Jackson Maine (Cooper) scopre in maniera fortuita un grandissimo talento (Gaga) che poi, in un modo o in un altro, lo oscurerà. C’è una critica feroce all’industria discografica che schiaccia e spreme gli artisti, ridotti a marionette senza intelletto. C’è l’arco della protagonista femminile Ally che si intreccia e va a combaciare in più parti con la storia reale di Lady Gaga, al secolo Stefani Joanne Angelina Germanotta. Infine c’è l’amore per la musica, che può essere l’amore per l’altro o gli altri ma anche grande sacrificio. Continua a leggere “A Star Is Born – A tre passi dalla perfezione”